Shopping Cart

Approvare il ddl Falanga in tempi rapidi, l’appello di ANF

Incassato nelle settimane scorse il via libera del Presidente del Senato all’approvazione in commissione deliberante del ddl Falanga sull’elezione degli organi circondariali forensi, l’Associazione nazionale forense torna ad invocare la votazione in tempi rapidi del provvedimento. Il testo, spiega il segretario dell’Anf, Luigi Pansini, «raccoglie i principi da sempre portati avanti dall’associazione e da ultimo sanciti dalle sentenze di gennaio e febbraio con cui le Sezioni unite hanno annullato i risultati elettorali di Bari e Latina».

Il disegno di legge che il Senato si accinge ad approvare definitivamente reca la firma del senatore (e avvocato) Ciro Falanga, uomo di Denis Verdini in Commissione giustizia, ed è il frutto del compromesso raggiunto insieme al Guardasigilli dopo l’annullamento del regolamento ministeriale 170/2014. Col sistema previsto dal nuovo testo, viene meno la possibilità che, nei Consigli con 15 componenti, ciascun avvocato esprima la propria preferenza per un numero di candidati pari a quello degli eletti. È inoltre fissata una soglia massima di candidati per ciascuna lista, fissata nella misura dei due terzi del dei consiglieri che dovranno essere eletti.

Si tratta di una soluzione che oggi trova largo consenso, ma il merito della soluzione normativa lo rivendica tutto l’Anf, che – spiega Pansini – «ha condotto questa battaglia in solitaria ed ha tenuto la barra dritta anche quando l’Oua prima e poi altre associazioni come l’Aiga hanno improvvisamente e inspiegabilmente cambiato idea. Oggi il disegno di legge finalmente traduce in una norma di legge quelli che sono i principi da sempre affermati dall’Associazione: tutela delle minoranze, tutela del genere meno rappresentato e possibilità per ogni singolo avvocato di poter scegliere liberamente il collega da cui farsi rappresentare».

(Amer)

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner