Shopping Cart

Concorsone, concorrente “cancellato” dal computer vince ricorso

Sembra che il tanto atteso “concorsone” per i docenti si sia trasformato in una vera e propria prova ad ostacoli. E a volte, alle tante insidie burocratiche che gli aspiranti professori hanno dovuto affrontare nel proprio percorso verso la cattedra, si è aggiunto anche un sistema informatico bizzoso e inaffidabile. Come nel caso di V.C., la cui domanda di partecipazione al concorso è stata cancellata automaticamente dal “cervellone” del Ministero per un baco del sistema, nonostante l’insegnante avesse ricevuto «comunicazione di regolare inoltro e convalida da parte del sistema informativo» insieme al codice di identificazione personale. Così, lo sfortunato professore, a sole due ore prima della scadenza del termine di presentazione delle domande, riceveva da parte del Miur la notizia «la domanda è stata cancellata».

La paradossale vicenda è finita dinanzi al giudice amministrativo, il quale (Tar Lazio, sent. 9201/2016) ha affermato che la “cancellazione” informatica di una domanda di partecipazione al concorso «senza che a ciò corrisponda una precisa volontà in tal senso e senza che peraltro sia data traccia a Sistema dei relativi passaggi» costituisce un «comportamento antigiuridico sulla base delle vigenti disposizioni normative in materia» e che, evidentemente, non può imputarsi al ricorrente «l’erronea progettazione del Sistema di gestione documentale dell’amministrazione, sviluppato senza tener conto dei principi del Codice dell’amministrazione digitale, del Codice in materia di trattamento dei dati personali oltre che della legge sul procedimento amministrativo, come dettagliatamente argomentato in recenti precedenti della Sezione (cfr. n. 8312/2016 del 20 luglio 2016), da intendersi integralmente richiamati e da cui il Collegio non ha motivo di discostarsi (oltre che dal Tar Puglia, Bari, n.896/2016)».

(Amer)

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner