Shopping Cart

Assistenti giudiziari: Orlando, entro fine anno assunte le prime 800 unità

“In questa legislatura rivendichiamo il fatto che si è tornati a investire sul funzionamento della macchina giudiziaria”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando, lasciando il vecchio Palazzo di giustizia di Agrigento per omaggiare il giudice Rosario Livatino con il leader del Pd Matteo Renzi. “I processi si fanno naturalmente grazie al coraggio dei magistrati, ma anche grazie al buon andamento degli uffici e a chi manda avanti il fascicolo o fa le fotocopie, a chi istruisce l’udienza – dice ancora Orlando – E credo che in questo senso, simbolicamente, una risposta a chi in questi anni si è esposto e continua a rischiare, sia anche il fatto che alla fine del mese firmeremo i primi ottocento contratti di giovani che sono risultati idoneo al concorso assistenti giudiziari, su 76 mila partecipanti, 4.000 hanno vinto il concorso e 800 incominceranno a prendere servizio alla fine del mese. E’ un piccolo segnale rispetto alla grandezza di personaggi come Livatino”.

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner