Shopping Cart

Verona, 1 CFU al convegno organizzato da neofascisti, scoppia la polemica

A Verona gli avvocati potranno ottenere un credito formativo partecipando a un convegno organizzato da un’associazione neofascista: Fortezza Europa.

A Verona, dove  i partiti e i movimenti di estrema destra sono molto radicati, accade anche che l’ordine degli avvocati conceda crediti formativi per la partecipazione a seminari organizzati, il prossimo 30 novembre, da un gruppo neofascista dal nome, Fortezza Europa, esplicitamente ispirato al nazismo e al Terzo Reich. “Fortezza Europa”, infatti, era il termine impiegato dalla propaganda nazista durante la seconda guerra mondiale per indicare l’Europa continentale sottoposta al predominio politico-militare della Germania nazista in contrapposizione con gli Alleati anglosassoni.

Avvocati e neofascisti: il tema del convegno

 “Racconteremo la storia di Giovanni Petrali” – si legge sulla pagina Facebook di Fortezza Europa – “un uomo che nel corso di una rapina ha difeso sé stesso, sua moglie e il frutto delLocandina_Convegno_Avvocati_Verona proprio lavoro. Di un uomo che ha ucciso un bandito. Ma si parlerà anche della decisione coraggiosa di un avvocato che ha scelto di assistere il proprio padre al processo. Se è vero, come si dice in questi casi, che “siamo tutti tabaccai”, allora siamo anche tutti imputati. Ecco perché è bene saperne di più sul tema della LEGITTIMA DIFESA.”

Al convegno interverranno un europarlamentare della Lega Nord e due consiglieri comunali di Verona. Oltre al presidente di Fortezza Europa. A presentare l’evento sarà un cantante, front man del gruppo nazirock “Hobbit” noto per i testi che inneggiano al fascismo e alla violenza negli stadi.

Avvocati e neofascisti: le reazioni della politica

“Il fatto che organizzazioni di questo genere trovino terreno fertile nella nostra città è un dato sconcertante quanto tristemente noto” – affermano gli esponenti di Sinistra Italiana Verona – “Con l’appoggio da parte dell’Ordine degli avvocati di Verona si supera però ogni limite: un appoggio che si concretizza addirittura nel conferimento di un credito formativo a tutti gli avvocati che presenzieranno all’incontro. Largamente complice anche l’Amministrazione comunale che parteciperà all’incontro. É ripugnante che un ordine professionale appoggi un movimento neonazista come quello in questione”.

Il deputato PD Diego Zardini fa sapere che presenterà un’interrogazione parlamentare sulla vicenda.

Avvocati e neofascisti: la risposta dell’Ordine degli avvocati

“Qui si sta discutendo di un ”marchio” non dell’evento in sé. Noi non siamo strumentalizzati né strumentalizzabili” – dice Alessandro Rigoli, presidente dell’Ordine degli avvocati di Verona – “In questo caso i requisiti per dare il credito c’erano. Accreditare un evento significa riconoscere il contenuto giuridico e non ”dare credito” al soggetto, chiunque esso sia, che lo propone e lo organizza. Prima di due giorni fa non conoscevo Fortezza Europa che non è ”segnalata” o fuorilegge.”

Livia Carnevale

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner