Shopping Cart

De Belen a Fedez, i selfie dei vip sotto la lente dell’Antitrust

Da Fedez a Belen Rodriguez, passando per Melissa Satta ed Anna Tatangelo sono decine i vip finiti nel mirino dell’Autorità Antitrust molti . Alla base della denuncia, i numerosi selfie pubblicitari pubblicati dai vip sulle piattaforme social di Facebook, Twitter ed Instagram.

Le foto con i Baci Perugina di Fedez, i selfie di Belen Rodriguez con la crema viso Clinique o con la bevanda dietetica a base di the sono soltanto gli ultimi esempi di quella che è ormai una modalità occulta di pubblicità molto cara alle case di moda, di bellezza e ai produttori di articoli commerciali in genere.

I prodotti pubblicizzati attraverso i “selfie-vip” sul social sono i più disparati: da capi di abbigliamenti, accessori di moda, prodotti di bellezza, fino a cibi e bevande di vario tipo. I personaggi vip utilizzati dalle aziende che necessitano di pubblicità sono, oltre a quelli finiti nel mirino dell’Antitrust, moltissimi di più, dai vip più famosi sino ai personaggi che comparendo in programmi televisivi hanno comunque una certa notorietà, in primis per fare un esempio i tronisti e corteggiatori di Uomini&Donne.

L’Unione Nazionale dei Consumatori ha presentato un esposto all’Autorità Antitrust, chiedendo che venga accertata al più presto la legittimità di questa modalità di “product placement camuffato”.

I vip, infatti, dopo aver ricevuto l’incarico dall’azienda, pubblicano sui loro profili social, oggetto di forte attenzione e di milioni di like, foto in cui esibiscono il prodotto pubblicizzato, in maniera spontanea, non rivelando in alcun modo il carattere pubblicitario del selfie, e diffondendo messaggi di consiglio all’uso dei prodotti come se si trattasse di un “consiglio spassionato” ma che in realtà cela un’evidente ed inequivocabile finalità pubblicitaria con un ritorno commerciale di enormi proporzioni.

La pratica dei selfie vip non è altro che una forma di pubblicità occulta in quanto tale contrastante con l’articolo 22 del Codice del Consumo che richiede di dichiarare la finalità pubblicitaria dei messaggi promozionali diffusi. E, secondo la denunziante Unione dei Consumatori, la pubblicità occulta selfie vip belen fedez
avrebbe “il potere di influenzare inconsapevolmente i consumatori nella scelta di un prodotto o nel giudizio su un brand, potendo raggiungere tramite il web una vasta platea di persone, avendo i personaggi cosiddetti influencer, un largo seguito di followers, spesso adolescenti”.

Con l’esposto presentato all’Antitrust, l’Unione a tutela dei consumatori chiede che con urgenza venga delineato un quadro normativo che regoli la pubblicità realizzata sui social network, attraverso i messaggi e le foto selfie dei personaggi vip ed influencer.

Si tratta ora di attendere la decisione dell’Authority sulla vicenda per sapere se verrà o meno avallata la pratica pubblicitaria in parola o se la stessa sarà soggetta a restrizioni a tutela della trasparenza e dei consumatori.

Martina Scarabotta

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner