Shopping Cart

Cambia il cruscotto infortuni: diventa accessibile con la circolare Inps n. 31/2016

downloadContinua il percorso di semplificazione degli adempimenti complessivi a carico del datore di lavoro inaugurato con il D. Lgs. n. 151/2015 che ha previsto l’abolizione dell’obbligo della tenuta del registro infortuni dal 23 dicembre 2015.

Il cruscotto infortuni

A seguito dell’abolizione del registro che, comunque, non esonerava il datore di lavoro dal denunciare gli infortuni occorsi ai dipendenti, l’Inail aveva previsto, al fine di fornire agli organi preposti all’attività di vigilanza un valido strumento in grado di “fornire dati ed informazioni utili ad orientare l’azione ispettiva”, un cruscotto nel quale consultare gli infortuni occorsi a partire dal 23 dicembre 2015 e denunciati dai datori di lavoro.

Come funziona?

Il cruscotto, tramite l’inserimento del codice fiscale, consente la consultazione degli infortuni per singolo soggetto infortunato e, all’esito della consultazione, un report indica tutti i casi di infortunio relativi ad un singolo lavoratore, filtrati sul territorio di competenza regionale dell’utente stesso, in relazione all’unità produttiva o alla Sede lavorativa della Posizione assicurativa territoriale.

La ricerca, inoltre, può essere eseguita per tipologia di singolo settore al fine di ottenere un report inerente gli infortuni occorsi nelle sedi lavorative comprese nella competenza territoriale regionale dell’utente, sedi lavorative da riferire all’unità produttiva per il settore Aziende, alla Struttura per il settore delle Amministrazioni statali in gestione conto stato, alla Località per il settore Agricoltura.

Al fine di rendere maggiormente fruibile il cruscotto è stato messo a disposizione dell’utenza il “Manuale Cruscotto Infortuni ” volto a fornire istruzioni puntuali ed utili alla navigazione nel database in argomento e che ha previsto nell’area news la comunicazione degli aggiornamenti che saranno apportati nel corso del tempo al database stesso.

Il cruscotto diventa “accessibile”.

Con la circolare n. 31 del 2 settembre 2016 il cruscotto infortuni diventa accessibile nell’area dei servizi online del sito www.inail.it – macro area del menu “Denuncia d’infortunio e malattia” del portale – tramite l’inserimento delle credenziali già in possesso a datori di lavoro, soggetti delegati e loro intermediari per l’accesso al servizio della denuncia di infortunio in modalità telematica.

In tal modo l’utente avrà la possibilità di visionare i soli dati infortunistici relativi alla propria azienda o alle ditte di cui gli intermediari hanno la delega.

Per i predetti utenti, è prevista la consultazione in relazione:

  • all’unità produttiva di un’azienda in caso di datori di lavoro in gestione ordinaria e Pubbliche Amministrazioni titolari di specifico rapporto assicurativo;
  • alla struttura dell’amministrazione statale in caso di datori di lavoro in gestione per conto dello Stato;
  • alla località per il settore Agricoltura.

Un altro (piccolo) passo avanti per tutti gli operatori del mondo del lavoro e per la semplificazione delle attuali procedure.

Fabiola Fregola

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner