Shopping Cart

Cibernetica: Formazione e reclutamento del personale massima garanzia del nostro sistema di difesa

Cari lettori, dopo la recente audizione che il Capo di Stato Maggiore Graziano ha tenuto in Commissione Difesa, nel numero di questa settimana di “Qui Difesa”, voglio tornare a parlare di cyber security. Graziano ci ha illustrato il sistema che il nostro Paese ha delineato per la difesa e la sicurezza dello spazio, soffermandosi sulle attuali capacità delle Forze armate e sui loro sviluppi futuri.

Come sappiamo, quella cibernetica è una minaccia permanente e in continua evoluzione e richiede, pertanto, elevati livelli di protezione, oltre ad un continuo adeguamento delle capacità di difesa. L’Italia si è dotata di un’efficace architettura istituzionale deputata alla sua protezione e alla sicurezza informatica nazionale. Secondo quanto affermato dal Generale Graziano, nel corso dell’audizione, il nostro Paese acquisirà, entro il 2018, la piena capacità di condurre operazioni cibernetiche.

Alla luce, pertanto, dei progressi registrati in termini di capacità di risposta ad attacchi cyber, vorrei soffermarmi su un aspetto: quello della formazione e del reclutamento del personale impiegato nelle strutture della sicurezza cibernetica. Fondamentale. La crescente pericolosità della minaccia cyber per l’integrità del nostro Paese, mi spinge a scrivere sulla necessità di dar vita ad un sistema più ampio di reclutamento di risorse specifiche. Già oggi alcune indicazioni ministeriali prevedono un piano programmatico per il potenziamento delle risorse a disposizione e specifici percorsi di formazione, affinché il personale impiegato sia quanto più preparato e aggiornato possibile. Le Forze armate impegnate nella difesa del nostro spazio cibernetico vantano un’esperienza pluriennale, maturata nei contesti delle operazioni internazionali, garantendo lo sviluppo di un approccio sinergico. E’ su questa strada che bisogna proseguire, per garantire la massima ed efficace operatività del nostro sistema di difesa cibernetica.

Tonino Moscatt

quidifesa@masterlex.it

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner