Shopping Cart

Concorsi Pubblici, Notariato: le date delle prove scritte

Nella Gazzetta Ufficiale del 26 aprile, tra i diversi concorsi pubblici pubblicati, è stato finalmente comunicato l’indizione dell’atteso concorso notarile. La selezione pubblica prevede che il candidato, che non abbia superato il cinquantesimo anno d’età, possa partecipare fino ad un massimo di tre volte, come per la magistratura.

Concorsi pubblici: i dettagli delle prove scritte del notarile

I concorsi pubblici notarili, che vengono banditi ogni anno, prevedono tre prove scritte teorico-pratiche e un esame orale, articolato sempre in tre verifiche. Al candidato, durante gli scritti, è richiesta la compilazione dell’atto e lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi all’atto stesso, in particolare dovrà affrontare:

  • un atto di ultima volontà;
  • un atto tra vivi (diritto civile);
  • un atto tra vivi (diritto commerciale).

Infine, il candidato, se riuscirà a raggiungere un punteggio minimo di 35 punti per prova, svolgerà l’orale i cui argomenti sono specificati nel bando del concorso notarile. Saranno dichiarati idonei coloro che complessivamente avranno raggiunto un punteggio minimo di duecentodieci su trecento.

Le prove scritte del concorso notarile si terranno a Roma presso l’Ergife Palace Hotel in via Aurelia n. 617-619 dal 21 al 25 novembre. I candidati dovranno presentarsi in sede entro e non oltre le 8:30. Il Ministero della Giustizia tiene a precisare che eventuali modifiche relative alle date e al luogo del concorso verranno comunicate sulla Gazzetta Ufficiale – IV serie speciale – del 21 ottobre 2016. I concorrenti dovranno esibire un valido documento di riconoscimento seguendo il seguente ordine:

  • lunedì 21 novembre, i candidati con i cognomi che iniziano con le lettere dalla ‘A’ alla ‘K’;
  • martedì 22 novembre, le lettere previste sono dalla ‘L’ alla ‘Z’.

Concorsi pubblici: prima e durante le tre prove

Dato che non sono previste comunicazioni individuali, i concorrenti a cui non è stata comunicata l’esclusione dal concorso pubblico dovranno presentarsi appositamente muniti di un valido documento di riconoscimento. I candidati prima delle prove scritte dovranno:

  • adempiere all’identificazione personale;
  • ritirare la tessera di ammissione, presentando un documento di riconoscimento che riporta la propria effigie;
  • consegnare i testi di consultazione per farli esaminare dalla Commissione. I predetti testi dovranno riportare sulla copertina e sulla prima pagina interna il cognome, il nome e la data di nascita del concorrente.

Nel bando della selezione notarile, come nei precedenti concorsi pubblici, viene specificato che non saranno ammessi testi che non sono stati presentati nei giorni sopra indicati. Saranno ammessi solo i testi dei codici, delle leggi, dei decreti dello Stato, i testi normativi presenti sulle fotocopie della Gazzetta Ufficiale e il dizionario di lingua italiana.

Inoltre, viene specificato che i candidati affetti da particolari patologie potranno essere assistiti dal personale dell’amministrazione e, se la Commissione esaminatrice lo riterrà opportuno, potranno avvalersi di un maggiore tempo a disposizione per lo svolgimento delle prove. Ovviamente, la relativa patologia dovrà essere debitamente documentata.

Per prepararvi al meglio, vi consigliamo di consultare la raccolta di temi astratti dal 2004 al 2012. Per rimanere, invece, sempre aggiornati sui nostri concorsi pubblici seguiteci sulla nostra pagina Facebook.

Lucia Picardo

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner