Shopping Cart

Concorso 559 Allievi Agenti, parola ai sindacati dopo l’incontro con il Capo della Polizia

Concorso 559 Allievi Agenti, parola ai sindacati dopo l’incontro con il Capo della Polizia

Qualche settimana fa vi avevamo aggiornato sullo stato dell’arte dei concorsi pubblici indetti dalla Polizia di Stato, in particolar modo sul Concorso per 1400 vice ispettori e e sulla selezione per 559 allievi agenti.

Mercoledì pomeriggio a Roma, presso la “Sala Europa” sita presso l’Ufficio coordinamento e pianificazione delle Forze di Polizia, . il Capo della Polizia ha incontrato i sindacati.
Un vero e proprio tavolo tecnico per fare il punto sulla situazione relativa ai concorsi in questione.
La redazione di MasterLex ha contattato telefonicamente due esponenti presenti al summit di ieri, Daniele Tissone Segretario Nazionale SILP CGIL e Valter Mazzetti Segretario Nazionale UGL-Polizia di Stato.

Ci siamo soffermati, in particolare, sullo scandalo del concorso per 559 allievi agenti, che ha alimentato polemiche impressionanti e sul quale vi sono indagini in corso. Dal 6 all’11 marzo si sono ripetute le prove del concorso e nuovi malumori da parte dei candidati sono sorti, soprattutto con riferimento alla banca dati, che a detta di molti sarebbe la stessa utilizzata per il precedente concorso poi annullato dal Capo della Polizia.

Segretario Tissone, cosa può dirci in merito al concorso per 559 allievi agenti che è stato ripetuto?

Recentemente si sono concluse le procedure per la ripetizione delle prova scritta. E’ uscita una prima graduatoria con il voto che permetterà di passare alle fasi successive. Il 18 aprile dovrebbero svolgersi le visite mediche, mentre le graduatorie sono attese per il 9 giugno. I corsi per la formazione dei soggetti partiranno il 15 giugno. Non abbiamo affrontato ieri la vicenda della banca dati, ma non credo si tratti della stessa“.

Può fornirci alcuni dettagli sul prossimo concorso per 1148 allievi agenti, aperto anche ai civili?

Il bando verrà pubblicato probabilmente ad aprile, non si conoscono ancora elementi limitatori geografici o anagrafici. La selezione sarà per 1148 agenti, di cui 893 provenienti dalla vita civile, 255 provenienti dal mondo militare. Ci saranno più prove, dato l’elevato numero di partecipanti. A tal proposito si ricerca una struttura idonea, perché probabilmente sono attesi circa 10.000- 12.000 soggetti. Le prove si svolgeranno dal 24 di luglio al 12 di settembre, nell’arco di 34 giorni lavorativi a Roma. Si pensa che a novembre 2017 tutta la procedura concorsuale verrà chiusa, per poi consentire l’avvio dei corsi“.

Segretario Mazzetti, quali sono le principali novità sul concorso per 559 allievi agenti all’indomani del tavolo tecnico tenutosi a Roma con il Capo della Polizia?

Ieri, nel corso della riunione, non abbiamo affrontato la questione concernente la banca dati. Non entro nel merito delle indagini svolte dalle Procure, ritengo però che non tutti quelli che hanno ottenuto il massimo dei voti abbiano certamente copiato. Mi auguro non sia stata utilizzata la stessa banca dati del precedente concorso, non credo però si sia verificato uno scivolone del genere“.

Avete analizzato concretamente la fase dello svolgimento delle prove?

Non siamo entrati nemmeno nello specifico dello svolgimento della prova, l’amministrazione ha riportato solamente dei dati statistici. Chi ritiene di aver subito un torto può comunque richiedere un accesso agli atti ed eventualmente tutelarsi nelle sedi competenti. Speriamo non ci siano ulteriori contenziosi su questa nuova procedura“.

 

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner