Shopping Cart

Concorso avvocato dello Stato: requisiti di accesso e presentazione domande

Il mese scorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un bando di concorso per avvocati dello Stato. I posti a disposizione sono 9. Le domande per partecipare al concorso dovranno essere presentate entro le 23.59 del 27 febbraio 2018. Vediamo insieme chi può partecipare, come fare domanda e quali prove si dovranno sostenere.

Concorso avvocato dello Stato: chi può partecipare

L’avvocatura dello Stato è definito “l’organo legale dello Stato”. I suoi compiti sono principalmente due: difendere l’amministrazione statale e fornire della consulenza giuridica.

Per partecipare al recente bando di concorso per l’avvocatura dello Stato bisogna fare parte di una delle seguenti categorie:

  1. procuratori dello Stato con due anni di servizio;
  2. magistrati ordinari che abbiano superato il tirocinio e l’idoneità;
  3. magistrati della giustizia militare;
  4. magistrati amministrativi;
  5. avvocati regolarmente iscritti all’albo da almeno 6 anni;
  6. dipendenti statali con delle carriere direttive che abbiano almeno 5 anni di servizio e abbiamo l’abilitazione per esercitare la professione dell’avvocato;
  7. professori universitarie che insegnino materie giuridiche che abbiamo superato le prove per poter svolgere la professione dell’avvocato;
  8. dipendenti assunti con concorso delle regioni, enti locali e degli enti pubblici nazionali che abbiano almeno 5 anni di carriera direttiva e abbiamo superato l’esame per esercitare la professione dell’avvocato.

Concorso avvocato dello Stato: come fare domanda

La domanda di partecipazione deve essere inviata entro le 23.59 del 27 febbraio 2018 solo ed esclusivamente per via telematica.

Gli step da seguire sono:

1.registrarsi al sito www.avvocaturastato.it nella sezione “concorsi”;

  1. compilare la domanda di partecipazione;
  2. stampare la domanda e firmarla in calce. Scansionare il tutto e aggiungere al file pdf anche la fotocopia fronte e resto di un documento di identità;
  3. Inviare la domanda nell’apposita sezione del sito.

Le prove selettive del concorso

Il concorso prevede 4 prove scritte e 2 orali. Gli esami scritti sono essenzialmente la stesura di tre atti e lo svolgimento di un tema. Gli orali riguardano, invece, la difesa di una contestazione giudiziale su un tema che il candidato potrà visionare in precedenza e l’esame di alcune materie oggetto di concorso. Per tutti i dettagli, consultare il bando di concorso cliccando qui.

Maria Rita Corda

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner