Shopping Cart

Corruzione: terzo valico, la GdF di Genova esegue 14 misure cautelari

    Roma, 26 ott. – La Guardia di Finanza di Genova sta eseguendo 14 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Genova, nei confronti di imprenditori e dirigenti, coinvolti nei lavori per la costruzione del Terzo Valico ferroviario Genova-Milano. Agli indagati vengono contestati, a vario titolo, i reati di corruzione, concussione e turbativa d’asta. L’operazione è stata denominata “Arka di Noe”.

Dalle immagini riprese dalle telecamere nascoste posizionate dagli uomini della Guardia di Finanza si nota una prima persona che provvede ad oscurare l’ufficio abbassando le tapparelle e quindi si nota una seconda persona che consegna una “bustarella”. I due parlano per qualche minuto, dopodiché la seconda persona si allontana e la prima conta il denaro. Le persone, a conoscenza del fatto che fossero ”controllati”, spesso comunicavano a gesti. Alle 11:30 odierne, il Procuratore Capo della Repubblica di Genova, Francesco Cozzi e Vincenzo Calia terranno una conferenza stampa, presso la Procura della Repubblica.

     (Giz-Rre/AdnKronos)

 

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner