Shopping Cart

Corte di Cassazione: concorso per la nomina di 50 magistrati ausiliari

Sino al 27 maggio sarà possibile presentare la domanda di partecipazione per la procedura di selezione per diventare magistrato ausiliario per la Suprema Corte.

Saranno massimo 50 i posti disponibili per svolgere servizio onorario presso la Corte di Cassazione.

Ecco quali sono i requisiti e come fare domanda.

Concorso magistrati ausiliari Cassazione: requisiti

Possono partecipare alla procedura di selezione i magistrati ordinari, inclusi i consiglieri di cassazione nominati per meriti, a riposo da non più di 5 anni che abbiano un’anzianità di servizio maggiore di 25 anni. I candidati non devono avere più di 73 anni e devono essere in possesso di determinati requisiti: cittadinanza italiana, esercizio dei diritti politici e civili, non aver riportato condanne per delitti non colposi, non essere sottoposti a misure di prevenzione o sicurezza e non avere precedenti disciplinari.

Ecco quali sono le incompatibilità con altri ruoli. In primis, il magistrato ausiliario non può esercitare la professione legale per tutta la durata del mandato. Inoltre, non possono svolgere questa carica coloro che siano o siano stati nel triennio precedente membri del Parlamento sia italiano che europeo, nonché deputati o consiglieri regionali, membri del governo o presidenti di regioni e province o membri di giunte regionali o provinciali. Stessa esclusione se sono o sono stati nel triennio precedente sindaci, assessori comunali, consiglieri provinciali, comunali o circoscrizionali. Sono esclusi anche coloro che ricoprono o abbiano ricoperto ruoli direttivi o esecutivi nei partiti politici.

Sono, invece, valutati come titoli di preferenza per la procedura selettiva il precedente esercizio di funzioni di legittimità e la minore anzianità anagrafica.

Concorso Cassazione: come fare domande

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in forma cartacea entro e non oltre il 27 maggio 2018. Il modulo di domanda deve essere stampato, compilato, sottoscritto e inviato con raccomandata A/R entro la data precedentemente indicata con la fotocopia di un documento d’identità all’indirizzo Consiglio Superiore della Magistratura, piazza dell’Indipendenza n. 6, Roma.

Per ulteriori informazioni è possibile visionare il bando cliccando qui.

Maria Rita Corda

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner