Shopping Cart

Danni da black out: e luce fu

E luce fu

Sto guardano il sito di Masterlex dal tablet, la televisione manda il peggior reality e dal forno viene il profumo del gateaux di patate. Improvvisamente, il buio. Black out. Aspetto nelle tenebre e, dopo qualche secondo, luce fu. Mi alzo e scopro che ogni elettrodomestico della casa si è fulminato. Teresa si mette a urlare e se la prende con me (non sai chi è? Scoprilo leggendo lo scorso pezzo “Tutta colpa di Teresa”). Mentre impreco in ogni lingua del mondo, penso alle migliaia d’euro che dovrò spendere in riparazioni. E, forse, sono anche così fesso da pagarle da solo.

C’è un orientamento in giurisprudenza, di quelli underground, semisommersi, che può salvarmi. Un vecchio detto dice che “ci sarà pure un giudice a Berlino”. Il nostro si trova a Palermo, è un bravo giudice di pace e, con la sentenza 1089 del 2016 (sezione quarta), ha sancito che il fornitore di energia elettrica risponde dei danni agli elettrodomestici causati da un black out. Sì, vado dal tecnico col computer che erutta fumo radioattivo e faccio mettere sul conto della supermegasocietà elettrica. La compagnia deve dimostrare che il problema di tensione è stato provocato da eventi imprevedibili per potersi sottrarre al pagamento. Se un asteroide è caduto sulla centrale, non mi daranno un centesimo, ma se hanno regolato male i flussi elettrici e hanno distrutto il novanta pollici nuovo costato un anno di stipendio, ho diritto di essere tenuto indenne. Almeno Teresa potrà vedere quel maledetto talent show di cucina e la smetterà di urlare.

Una precisazione: parliamo di sentenze di giudice di pace, l’ultima ruota del carro della magistratura (peraltro onoraria) italiana, quindi non facciamoci troppo affidamento. Ma, e non vedeteci troppa ironia, una sentenza così è almeno una luce nella tenebre.

Davide Gambetta

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner