Shopping Cart

Dieselgate: accordo tra Volkswagen e concessionari americani

 

Volkswagen Group of America ha annunciato di aver raggiunto un’intesa con i dealer USA per le perdite economiche causate dallo scandalo Dieselgate.

La nota casa automobilista tedesca ha conseguito un “accordo di principio” con i concessionari americani del gruppo. Dai comunicati ufficiali non trapela nessun dettaglio sulle clausole specifiche dell’accordo, ma è chiaro che i concessionari americani del gruppo tedesco riceveranno una ricompensa economica per i danni causati dallo scandalo Dieselgate sulle emissioni inquinanti. Questo avvenimento aveva influenzato negativamente le vendite delle vetture a marchio Volkswagen.

Cosa è il Dieselgate?

Con Dieselgate s’intende la scandalosa vicenda che lo scorso anno ha visto protagonista  il Gruppo Volkswagen, accusato dall’Epa, l’Agenzia americana per la protezione dell’ambiente, di aver falsificato i dati relativi alle emissioni inquinanti dei motori diesel. La Volskswagen falsificò i dati grazie all’utilizzo di un software installato nella centralina dei motori diesel. Durante i test, i dati sulle emissioni dei motori diesel erano conformi ai parametri imposti, mentre, quando il veicolo era su strada, le emissioni inquinanti potevano raggiungere dei valori molto più elevati.

E la casa automobilistica ammette le sue responsabilità! Le conseguenze di questa vicenda furono  pesanti: dimissioni dell’amministratore delegato Martin Winterkorn, 11 milioni di vetture con motori truccati solo negli Stati Uniti, calo del titolo in borsa, clienti delusi, class action e associazioni e governi che pretendono chiarezza.

Nel corso dell’anno la situazione precipita maggiormente, pare che non siano solo i motori diesel ad essere irregolari, ma anche i motori benzina. Il bilancio del gruppo è in rosso, si riducono drasticamente gli investimenti e un nuovo scandalo investe la compagnia automobilistica: le auto truccate non sono solo quelle distribuite negli Stati Uniti ma anche quelle vendute in Europa.

Accordo Volkswagen e concessionari americani

Volkswagen DieselgateDa quanto riportato nel comunicato stampa diffuso dal gruppo, l’accordo prevede che la Volkswagen effettui pagamenti in contanti e fornisca dei benefit ai suoi dealer. Al momento la trattative è ancora aperta e sarà probabilmente ultimata nella parte finale di settembre, per cui molti elementi sono riservati. L’accordo entrerà in vigore solamente dopo l’approvazione da parte della Corte.

“Crediamo che questo accordo di principio con i concessionari Volkswagen sia un passo molto importante del nostro impegno nel fare la cosa giusta per tutti i nostri stakeholder negli Stati Uniti” è quanto sostiene Hinrich J. Woebcken, CEO della regione del Nord America del Gruppo Volkswagen.

Maria Rita Corda

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner