Shopping Cart

Enti locali, sbloccate le assunzioni in Lombardia e Toscana

Sbloccate le assunzioni per gli enti locali di Lombardia e Toscana.

A darne comunicazione, è in queste ore, il Dipartimento della Funzione Pubblica con una nota ufficiale in cui si dà beneplacito al ripristino delle ordinarie capacità assunzionali degli enti in questione.

L’ANCI e la norma “sblocca assunzioni”

Il provvedimento richiama e attua la legge 208/2015 (articolo 1, comma 234), norma fortemente voluta dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani, ndr) nel corso dell’approvazione della legge di stabilità 2016, perché fosse anticipato il più possibile lo sblocco delle assunzioni di personale una volta completati i processi di mobilità nelle singole Regioni.

Il precedente nelle altre regioni

Verificato, così, che il numero di dipendenti soprannumerari da ricollocare nelle Regioni di Lombardia e Toscana e negli altri enti che insistono su questi territori è ormai esiguo, il Dipartimento ha ordinato lo sblocco delle assunzioni, come del resto già avvenuto in regioni come Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Piemonte, Sardegna, Veneto e Molise e Puglia, anche se per il solo personale di polizia municipale negli ultimi due casi.

Nelle regioni in questione, lo sblocco avverrà in riferimento alle capacità assunzionali per gli anni 2015 e 2016 calcolate sulla spesa dei cessati degli anni 2014 e 2015. Il riferimento è alla legge 190/2014 (comma 424) che vincolava l’utilizzo dei dipendenti in soprannumero di province e città metropolitane e faceva obbligo anche di utilizzo dei resti del turn over.

Quali categorie saranno destinatarie dello sblocco di assunzioni?
Le categorie di personale interessate saranno quelle già destinatarie dello sblocco di assunzioni nelle altre Regioni. Permane quindi, i capo agli enti e le aziende del Servizio sanitario nazionale di Lombardia e Toscana, così come per quelli di tutte le regioni, l’obbligo di assumere con procedure di mobilità il personale della Croce Rossa Italiana come stabilito dal D. Lgs. 178/2012 (art. 6, comma 7).

Virginia Dara

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner