Shopping Cart

Gb: Uber sconfitta in tribunale, ferie e salario minimo per gli autisti

Uber dovrà assicurare ai suoi autisti i diritti previsti per i lavoratori dipendenti. Lo ha stabilito il Tribunale del Lavoro di Londra, che in appello ha confermato la sentenza dello scorso anno, che riconosceva a due autisti di Uber il diritto alle ferie e ai riposi pagate e il salario minimo. Uber era ricorsa in appello, sostenendo che i suoi autisti sono lavoratori autonomi e non sono soggetti ad alcun obbligo nell’uso del sistema di prenotazioni ideato dall’azienda.

La decisione del tribunale è un altro duro colpo alle attività di Uber nel Regno Unito, mentre l’azienda sta lottando per mantenere la licenza per operare a Londra, dopo che l’autorità regolatrice dei trasporti della capitale britannica ha minacciato di revocarla.

Il pronunciamento del tribunale si applica a tutti i 50mila autisti che lavorano per Uber nel Regno Unito (40mila a Londra). Uber ha annunciato che ricorrerà in appello anche contro quest’ultima sentenza, portando il caso davanti alla Corte d’Appello ed eventualmente anche davanti alla Corte Suprema britannica.

 

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner