Shopping Cart

Germania: confermata la condanna del contabile di Auschwitz, complicità in genocidio

Karlsruhe, 28 nov.  – La Corte di Cassazione tedesca ha confermato la condanna a quattro anni di carcere pronunciata nel luglio 2015 contro il 95enne Oskar Groening, il cosiddetto ‘contabile di Auschwitz’, ritenuto colpevole di complicità in genocidio durante il regime nazista relativamente in particolare all’omicidio di 300mila ebrei. Tra il 1942 ed il 1944 Groening è stato responsabile della selezione e del conteggio del denaro sottratto ai prigionieri uccisi e del controllo degli altri prigionieri internati nel campo prima che venissero privati dei loro beni.

(Ses/AdnKronos)

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner