Shopping Cart

Lancio di immondizia dal balcone: il condominio non risponde dei danni

Lancio di immondizia dal balcone: il condominio non risponde dei danni.

Il condominio non deve risarcire il danno causato dal lancio di immondizia dal balcone da parte di un condomino. Così ha stabilito la Corte di Cassazione, negando ogni responsabilità in capo al condominio o all’amministratore condominiale in ordine ai pretesi danni.

Cameron Diaz svuota il cesto dei rifiuti dalla finestra
Cameron Diaz svuota il cesto dei rifiuti dalla finestra

Lancio di immondizia dal balcone: il caso posto all’attenzione dei giudici.

Una condomina conveniva in giudizio il condominio per ottenere la condanna al risarcimento del danno provocato dal lancio di immondizia sul suo terrazzo, dai piani superiori dell’edificio. La ricorrente chiedeva, inoltre, che il condominio provvedesse a proprie spese alla pulizia del terrazzo e all’installazione di una tettoia di protezione.

Lancio di immondizia dal balcone: le motivazioni della Corte di legittimità.

Con ordinanza n. 15662/2016, la sesta sezione civile della Corte di Cassazione, ha rigettato il ricorso, allineandosi alle decisioni dei giudici di merito. In particolare la Corte ha ritenuto che, sebbene il regolamento condominiale vietasse il lancio di immondizia dal balcone e di altri oggetti dai piani superiori, gli unici destinatari delle sanzioni ivi previste fossero i singoli trasgressori e non anche il condominio. Nel caso di specie non era stato possibile individuare i contravventori, pertanto la Cassazione ha escluso l’imputabilità della condotta all’amministratore o al condominio.

Lancio di oggetti e immondizia dal balcone e responsabilità penale del trasgressore.

Pare opportuno evidenziare, peraltro, che il lancio di rifiuti sulla proprietà altrui oltre a poter configurare illecito civile e fonte di danno risarcibile, potrebbe, altresì, esser riconducibile alla fattispecie penale di cui all’art. 674 c.p., la quale punisce colui che getta in luogo di pubblico transito o di esclusiva proprietà altrui, oggetti atti ad offendere, imbrattare o a molestare il malcapitato.

Invero, diverse sono le pronunzie della Corte di Cassazione che hanno ravvisato nel lancio di rifiuti, acqua ed altre sostanze, la fattispecie di reato predetta (cfr. Cass. pen. 44458/2015; Cass. pen. 15956/2014).

Occhio di lince, dunque, per gli inquilini del piano inferiore che intendono essere risarciti!

Maria Rita Toscano

 

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner