Shopping Cart

Napoli vs Higuain: la società partenopea vince il lodo arbitrale

Napoli vs Higuain: la società partenopea vince il lodo arbitrale

E’ il 27 luglio, c’è chi, con le vacanze ormai iniziate, se la spassa in riviera, tra le montagne o in collina, nell’attesa dell’inizio della nuova stagione calcistica. Ma, nel frattempo, una partita è già conclusa. La società partenopea, infatti, vince l’ultimo match contro “core n’grato 2.0” (ormai a Napoli così lo chiamano) Gonzalo Higuain e lo annuncia trionfante sul suo profilo twitter: «La Sscn vince lodo arbitrale. Higuain condannato a pagare le spese processuali. Forza Napoli sempre”.

Un cinguettio, quello postato sul famoso social network, che farà fischiare le orecchie al calciatore argentino, costretto ora a pagare le spese processuali. Oltre il danno la beffa. E ciò accade anche fuori dal rettangolo di gioco.
E’ stato, infatti, quello di questa mattina, un boccone duro da digerire per il Pipita, a segno nella notte passata a Miami nel match vinto 3-2 dalla Juventus sul Psg. E se, appunto, in campo le cose sono andate per il meglio, una brutta notizia è arrivata con il tweet con cui il Napoli ha ufficializzato di aver vinto il lodo arbitrale contro il centravanti argentino che rivendicava dal club partenopeo alcuni presunti mancati pagamenti.

La vicenda

I legali dell’argentino chiedevano alla società partenopea, il pagamento di una somma vicina ai 600mila euro in base agli accordi per i diritti d’immagine che, secondo Higuain, il Napoli avrebbe dovuto ancora corrispondergli e valevole per l’ultimo anno dell’attaccante in maglia azzurra. Successivamente all’annuncio via Twitter, il club partenopeo ha diffuso un comunicato con il quale spiega nel dettaglio la vicenda: «Higuain – si legge nella nota – dapprima ha richiesto la condanna della scrivente società al pagamento di Euro 681.000,00, poi diventati oltre 2.570 euro nel corso del giudizio, e, in subordine, al risarcimento del danno per violazione del principio di buona fede. Il collegio arbitrale, composto dall’avvocato Massimo Farina, in funzione di presidente, avvocato Salvatore Civale, nominato dal calciatore, avvocato Bruno Piacci, nominato dal Napoli, ha respinto e dichiarato inammissibili per quanto di ragione tutte le domande avanzate dall’ex tesserato del club, condannandolo, inoltre, al pagamento integrale delle spese di funzionamento del collegio arbitrale, quantificate in oltre 50mila euro, accessori di legge compresi»
Gioco, partita, incontro e tutti a casa o al mare.

Mariano Fergola

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner