Shopping Cart

Nessuna responsabilità se la denuncia è in buona fede

cassazione

Nessuna responsabilità se la denuncia è fatta in buona fede

Chi per colpa di una denuncia ingiusta è costretto a subire un processo e viene poi assolto non potrà querelare il denunciante che lo aveva accusato in buona fede, né chiedere un risarcimento per  i danni subiti.

È quanto ribadito dalla Cassazione con sentenza n° 11898/2016, volta a tutelare l’interesse pubblico, evitando noie giudiziarie e guai di natura pecuniaria a chi denuncia, essendo in buona fede.

Nessun risarcimento danni, se si è in buona fede

La Corte tiene fermo il principio tanto per quanto riguarda i reati perseguibili d’ufficio, tanto per quelli perseguibili su querela, tendendo in questo modo la mano ai cittadini che venuti a conoscenza di una notizia di reato ne vogliano dare comunicazione alle autorità competenti.

 

 

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner