Shopping Cart

Possibile impugnare più sentenze con un unico appello?

Possibile impugnare più sentenze con un unico appello? 

Ancor più nello specifico; è possibile l’impugnativa da parte del privato, con un unico atto, di più sentenze emesse in procedimenti formalmente e sostanzialmente distinti ancorché pronunciate tra le stesse parti?

E perché mai il privato dovrebbe ricorrere ad un unico atto per far valere le sue ragioni?

Diversi interrogativi cui ha fornito, da ultimo, una risposta, seppur sintetica, il Consiglio di Stato.

Impugnare più sentenze: il potere del giudice amministrativo

Il codice del processo amministrativo prevede, all’art. 70, la possibilità per il collegio di disporre, dietro istanza di parte o d’ufficio, la riunione di ricorsi connessi.

Si tratta, in altre parole, di un potere discrezionale del giudice amministrativo.

Ciò sta a significare che, ove si tratti di cause connesse in senso oggettivo o soggettivo, è al giudice amministrativo di secondo grado che compete il potere di riunire appelli contro più sentenze.

Tale eventualità potrebbe scaturire in virtù dell’economicità e della speditezza dei giudizi nonché al fine di prevenire la possibilità di contrasto tra giudicati.

La riunione di più procedimenti, quindi, viene decretata a posteriori, quando le rispettive parti hanno definito le proprie posizioni e in funzione di un’uniforme decisione definitiva delle cause.

Impugnare più sentenze: a far chiarezza è il Consiglio di Stato

Fatta questa premessa e per quel che qui ci interessa, è ammissibile l’iniziativa posta in essere a priori dall’appellante intesa a riunire cause diverse mediante unico appello contro più sentenze?

Il Consiglio di Stato, in maniera lapidaria, si esprime senza fronzoli nella recente sentenza n. 1005/2017: tale iniziativa è inammissibile.

In soccorso ci viene sempre il codice del processo amministrativo, in particolare l’art. 101.

Lo stesso recita che il ricorso in appello deve contenere, tra i vari elementi, la sola sentenza che si impugna.

Ragion per cui non è possibile la riunione di cause diverse mediante un solo appello contro più sentenze e in virtù di un’iniziativa posta in essere a priori dall’appellante.

Antonello Mango

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner