Shopping Cart

Prima prova esame avvocato: tracce e svolgimento di diritto civile

Pronti, partenza, via! Masterlex vi fornirà la diretta live sul concitato esame avvocato. Tre giorni, due pareri e un atto, per dimostrare di essere all’altezza di indossare la toga. Dopo aver accompagnato nei giorni scorsi le migliaia di aspiranti avvocati fornendo, consigli, suggerimenti e indicazioni operative sull’esame avvocato 2016, Masterlex continuerà a stare al fianco dei ragazzi che fino a giovedì 15 saranno impegnati nelle temutissime prove, tenendovi costantemente aggiornati sulle tracce sorteggiate e sul modo di risolverle al meglio.

Nei giorni scorsi vi abbiamo indicato le composizioni delle Commissioni dell’esame di ciascuna Corte d’appello, gli argomenti delle tracce papabili dell’esame avvocato sia di Civile che di Penale, i consigli utili da tenere a mente durante lo svolgimento delle prove d’esame nonché i criteri di correzione utilizzati dai membri della Commissione

Oggi è la volta del parere di diritto civile dell’esame avvocato. In basso troverete le prime indicazioni su come svilupparle le tracce nel migliore dei modi. Infine, sarà nostra premura darvi la soluzione definitiva con lo svolgimento della prova.

Le linee guida e i pareri saranno svolti dagli avv.ti Anna Di Falco e Paolo Abbate. 

Esame avvocato 2016: parere civile, le tracce

PRIMA TRACCIA DI CIVILE

Nel corso della seconda lezione di equitazione all’interno del maneggio della società ALFA il piccolo Tizio, figlio dei signori Beta, viene disarcionato dal cavallo e cade rovinosamente a terra.
Condotto al pronto soccorso e sottoposto al controllo radiografico, al piccolo viene diagnostica una forte contusione al posto destro e applicato un tutore mobile per la durata di 20 giorni poichè, tuttavia, anche decorso tale periodo il bambino continua a lamentare una evidente sintomatologia dolorosa e non riesce a muovere la mano, i signori Beta lo fanno visitare da uno specialista che dopo aver effettuato una radiografia in una diversa proiezione ravvede dell’esistenza di una frattura (non evidenziata al momento della visita al pronto soccorso) che, a causa del tempo ormai trascorso non può più consolidarsi se non attraverso un intervento chirurgico da effettuare quanto prima.
Malgrado l’intervento chirurgico venga eseguito a regola d’arte, con conseguente immobilizzazione dell’arto per i successivi 45 giorni anche dopo le sedute di riabilitazione (protattesi per i successivi 60 giorni) il piccolo riporta un’invalidità del 6%. I signori Beta si recano quindi da un legale e dopo aver esporto i fatti sopra detti aggiungono: che il cavallo montato dal piccolo Tizio aveva già mostrato, fino dall’inizio della lezione, evidenti segni di nervosismo, tanto che l’istruttore era già intervenuto due volte per calmarlo; che, al momento dell’iscrizione del proprio figlio al corso, la società ALFA aveva fatto loro sottoscrivere una dichiarazione di esonero da ogni responsabilità per i danni derivanti dalla pratica sportiva; che, ove fortemente diagnosticata, la frattura avrebbe potuto consolidarsi senza la necessità di ricorrere all’intervento chirurgico; che, per l’intervento chirurgico e per la successiva riabilitazione (effettuati entrambi in strutture private a causa dell’urgenza) aveva dovuto sostenere la complessiva spesa di euro 10.000. Il candidato avente le vesti dei difensori dei signori Beta, rediga un motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame e prospettando le azioni più idonee a tutelare le ragioni dei suoi assistiti.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE LINEE GUIDA DEL PARERE DI CIVILE N.1

SECONDA TRACCIA DI CIVILE 

Caio è un giovane molto ben voluto nel piccolo paese in cui vive nel dicembre del 2005 riceve in donazione dall’amico Sempronio un piccolo appezzamento di terreno, successivamente nel maggio del 2008 acquista un piccolo appartamento con denaro dell’amico Mevio. Nel febbraio del 2016 Caio riceve la visita di Tizio, figlio e unico erede di Mevio, deceduto nel 2010, che gli rappresenta la propria intenzione di rivendicare la proprietà del predetto terreno lasciatogli in eredità da Mevio, nonché di ottenere la restituzione della somma di euro  50.000 pari al prezzo dell’appartamento acquistato con denaro dello stesso Mevio a sostegno della prima pretesa Tizio sostiene che Caio non possa vantare alcun titolo sul terreno non potendo considerarsi tale la donazione di cui il predetto aveva beneficiato nel dicembre 2005 dal momento che il disponente Sempronio non era titolare di alcun diritto sul bene donato. Quanto alla seconda pretesa lo stesso rappresenta che l’acquisto del predetto appartamento con denaro di Mevio avesse realizzato una donazione di denaro di non modico valore che doveva considerarsi nulla per aver rivestito la forma prescritta dalla legge. Caio che vive dalla data della prima donazione ( peraltro immediatamente trascritta ) aveva goduto direttamente del terreno adibendolo a orto, preoccupato per quanto rappresentatogli da Tizio, si rivolge ad un legale, al quale dopo aver riferito i fatti per come sopra descritti, ribadisce di non aver mai saputo che il terreno donatogli da Sempronio fosse, in realtà di proprietà di Mevio.
Il candidato assunte le vesti del legale di Caio , rediga un motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame e prospettando la linea difensiva più idonea a tutelare le regioni del proprio assistito.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE LINEE GUIDA DEL PARERE DI CIVILE N.2

Per il momento le indicazioni restano le stesse. Niente panico! Basterà un po’ di concentrazione e non perdere di vista l’obiettivo. Leggete con calma le tracce esame avvocato e prendetevi tutto il tempo necessario per decidere quale svolgere. Vietato scegliere d’impulso: spesso la soluzione più immediata si rivela quella più insidiosa. Poi non sono ammessi ripensamenti.

Una volta cominciato a scrivere dovete concentrarvi nella selezione degli argomenti più rilevanti e dei precedenti che faranno al caso vostro. Occhio a non affollare il vostro lavoro di citazioni giurisprudenziali slegate fra loro. Meglio una buona argomentazione e i riferimenti giusti, senza strafare. A proposito, evitate di dover dimostrare a tutti i costi di conoscere tutto della materia o di aver letto l’intera enciclopedia del diritto. Dovete inquadrare il caso e risolverlo. Stop.

Per rimanere aggiornato con tutte le news esame avvocato iscriviti alla nostra pagina FB MasterLex.

UPDATE 15/12/2016:

PER SCARICARE LE LINEE GUIDA DELL’ATTO DI CIVILE SVOLTE DAGLI AVV.  ANNA DI FALCO E PAOLO ABBATE CLICCA QUI 

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner