Shopping Cart

“Rizòmata” a Palermo: quando lo studio legale diventa galleria d’arte

“Rizòmata” a Palermo: lo studio legale diventa una galleria d’arte

Collegare la passione per l’arte al diritto quale espressione della cultura e del tipo di società che lo genera e che al tempo stesso ne è regolata. È questo lo scopo di “Rizòmata”, un progetto sui generis che prende il via a Palermo, curato da Antonella Marino e organizzato da Cosessantuno ArteContemporanea. L’iniziativa si avvale del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact).

Un ciclo di cinque esposizioni itineranti, volto a raccontare ambiente, sviluppo e monumenti. La prima mostra è quella di Sarah Ciracì e, a seguire, verranno allestite le personali di Federico Pietrella, Stefania Galegati, Raffaele Quida e Carlo Bernardini e una collettiva finale di tutti gli artisti.

Tutte le mostre saranno anticipate da degli eventi scientifici ad indirizzo tecnico-legale, rientranti nel programma di lavoro e di pianificazione proposto dagli Studi legali Malinconico, Lenoci, Cassa, Catalano & Pastoressa, Legal Research, Gentile & Partners e La Pesa di Palermo, la cui sede, in via Sciuti 103, si presta a divenire inusuale galleria pronta ad accogliere le opere nella consuetudine degli spazi lavorativi.

Un pool di professionisti già affermati a livello nazionale, che consolida con la Galleria Cosessantuno Artecontemporanea un percorso comune per la costruzione di una realtà professionale avanzata nel capoluogo siciliano.

I legali si associano così all’arte contemporanea, con l’obiettivo di introdurre nel settore nuovi elementi socio-culturali e regole, cercando di aprire le menti a riflessioni critiche. Con le mostre, il tentativo principale è quello di costruire delle relazioni dialettiche con il pubblico, rendendo l’ambiente un contenitore di contenuti e opere nonché stimolando un confronto reticolare tra saperi e punti di vista, che focalizza l’attenzione sui beni comuni, naturali e culturali.

“Rizòmata” a Palermo: la personale di Sarah Ciracì

rizomata-sara-ciraci
Opera d’arte di Sarah Ciracì

Con la sua personale, partendo dalla tematica ecologica, Sarah Ciracì rende omaggio alla concezione olistica dell’universo del fisico americano David Bohm, restituendo al fruitore una visione della realtà in cui tutto è interconnesso, dove un ordine implicito lega Terra e Cosmo.

Esattamente come faceva Bohm, utilizzando la metafora della pellicola olografica che, se divisa in più parti, riproduce sempre l’intero oggetto e non un frammento, l’artista realizza un percorso intenso con nuovi lavori su base fotografica in cui l’immagine iniziale viene appunto frantumata, moltiplicandosi sempre uguale, quasi a voler suggerire forme di pensiero e di esistenza in cui ogni elemento è collegato al tutto e qualsiasi separazione è illusione.

«Il diritto per definizione regola i rapporti sociali e intersoggettivi – dichiara l’Avvocato Carlo Malinconico – Esso è espressione della cultura e del tipo di società che lo genera e che al tempo stesso ne è regolata. Al di là del dato contingente, il riferimento alle radici dell’uomo è indefettibile per la comprensione dei fenomeni sociali e per le interazioni tra uomo e natura, tra individui e gruppi sociali».

«I temi trattati dagli artisti nelle mostre del ciclo espositivo di “Rizòmata” – conclude – costituiscono dunque oggetto di riflessione e motivo di stimolo per il giurista e al contempo esprimono per suggestioni il messaggio del dibattito scientifico. Così l’incidenza dell’attività dell’uomo sul paesaggio e sulla globalità dello spazio vitale, espressa nelle opere di Sarah Ciracì, si collega ai temi giuridici della trasformazione del territorio e dell’attuazione delle nuove norme su appalti, progetti ed esecuzione di opere pubbliche».

Eloisa Zerilli

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner