Shopping Cart

Scozia, nuovo referendum sull’indipendenza: pronta la controffensiva per distaccarsi dal Regno Unito, dopo il voto sulla Brexit

Scozia, nuovo referendum sull’indipendenza: non si placa il clamore suscitato dalla Brexit!

L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sancita con il referendum del 23 Giugno dell’anno in corso, sta avendo, come facile immaginare, un’eco che risuona ben oltre i confini nazionali.

Mentre tutti, però, si interrogano sugli effetti politici, economici e sociali che una siffatta decisione produrrà nel lungo periodo, affiorano le prime crepe interne all’isola di Sua Maestà.

È notizia degli ultimi giorni, infatti, la possibilità che la Scozia indica un nuovo referendum indipendendista.

Scozia, nuovo referendum sull’indipendenza: la dura presa di posizione del Primo Ministro

La minaccia porta la firma di Nicola Sturgeon, Primo Ministro nonché leader del Partito Nazionale Scozzese, la quale ha annunciato la presentazione, a tal fine, di un progetto di legge, primo step essenziale per la convocazione del referendum.

I cittadini potrebbero essere così chiamati ad esprimersi sull’eventualità di prendere le distanze da una decisione, quella sulla Brexit, che non ha mai rispecchiato la loro volontà: è bene ricordare che il 62% degli scozzesi ha votato, a giugno, a favore dell’Unione Europea.

Durissima la presa di posizione della Sturgeon che parla di “vandalismo costituzionale” e rivendica il diritto per il proprio Paese di “adottare un cammino diverso”, qualora non dovesse esserci unità d’intenti.

Non è la prima volta che la compattezza del Regno Unito viene sollecitata: già nel 2014 la Scozia aveva provato ad ottenere la propria indipendenza, ma allora prevalse la volontà degli unionisti.

Scozia, nuovo referendum sull’indipendenza: si farà?

Lo scenario potrebbe cambiare oggi, considerata la diversità di vedute e la paura che i propri interessi siano soffocati da un peso politico limitato.

Si prospetta una dura battaglia anche alla luce delle recenti dichiarazioni di Theresa May, Primo Ministro del Regno Unito, sull’impossibilità di riconoscere alla Scozia, in questa fase, il diritto ad un secondo referendum.

Chi la spunterà?

Vittorio Sergio

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner