Shopping Cart

Senza cinta al volante? In caso di incidente è concorso di colpa

Senza cinta al volante? In caso di incidente è concorso di colpa.

I professionisti attivi nel settore del diritto assicurativo ed in particolare in quello della responsabilità civile per sinistri stradali sono consapevoli che ben pochi incidenti possono essere letti staticamente attraverso la dicotomia concettuale “torto/ragione”. Nella maggior parti dei casi entrambe le parti cooperano in qualche misura alla determinazione del danno, anche perché il Codice della strada prevede espressamente che ciascun conducente sia tenuto alla massima prudenza e debba adottare ogni cautela per prevenire i sinistri.

La possibilità di servirsi di prove indiziarie

L’ordinanza n. 22351 del 2016, pronunciata dalla sezione sesta della Corte di Cassazione si è dedicata al caso di un particolare sinistro: si discute, innanzi ai giudici supremi, se l’omissione nell’uso delle cinture di sicurezza possa essere valutata ai fini di un concorso di colpa.  La Corte conferma nel merito che non utilizzare le cinture di sicurezza integra gli estremi del concorso di colpa e avalla la tesi per cui tale omissione possa dedursi anche presuntivamente. Resta ferma, in ogni caso, la necessità a norma dell’art. 2729 c.c. di reperire indizi che siano quantomeno gravi, precisi e concordanti. Nella specie, le particolari ferite riportate dal conducente erano indiscutibilmente sintomatiche, secondo le perizie disposte nei gradi di merito, del mancato uso del dispositivo di sicurezza. Ad esempio, le ferite al volto, causate dall’urto contro l’abitacolo, sarebbero materialmente impossibili laddove la cinta sia regolarmente agganciata.

Cinture di sicurezza e concorso di colpa

Se ne deve concludere che l’inosservanza di norme del Codice stradale sulla buona condotta del conducente può essere valutata ai fini della quantificazione della colpa. A margine la possibilità, secondo le modalità ordinarie previste dal Codice Civile, di servirsi di prove indiziarie per la dimostrazioni di tali violazioni.

Davide Gambetta

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner