Shopping Cart

Supplenze nelle scuole: le nuove possibilità per i laureati

Entrare nelle scuole e nel mondo dell’insegnamento è ormai visto da molti come un’utopia: un lavoro desiderato da molti ma spesso lasciato come sogno nel cassetto per la complessità del percorso e dell’iter per accedervi. In questa situazione, anche le semplici supplenze nelle scuole rappresentano un traguardo importante ma non meno difficile da raggiungere.

Una buona notizia per i laureati, non in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento (TFA) arriva dal Miur che ha annunciato la riapertura delle graduatorie ATA di terza fascia per il triennio scolastico 2017-2020, che consente di accedere alle supplenze nelle scuole per la materia di insegnamento prescelta.

Dal 30 settembre al 30 ottobre 2017 sarà quindi possibile, per coloro che abbiano già fatto la registrazione al sito internet entro i termini di scadenza, presentare domanda, attraverso l’apposito modulo cartaceo pubblicato nel sito internet del Miur (modello D1) per entrare nelle graduatorie di terza fascia che consentono di accedere alle supplenze scolastiche anche senza abilitazione all’insegnamento. Il modulo cartaceo andrà compilato ed inviato a mezzo raccomandata o pec alla scuola capofila della provincia scelta attraverso la procedura online.

Chi non dovesse riuscire ad accedere alle graduatorie potrà comunque aspirare all’accesso alle supplenze attraverso un altro importante strumento: la domanda di messa a disposizione che chiunque, anche in assenza di abilitazione, potrà presentare a qualunque istituto scolastico di interesse per le materie in cui è laureato o specializzato.

Martina Scarabotta

Ultimi articoli

Agi Sicilia “Una panoramica sulle novità del diritto del lavoro”
Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner