Shopping Cart

WhatsApp e Facebook: il Garante della Privacy vuole vederci chiaro

Il 25 agosto 2016 WhatsApp ha pubblicato la nuova informativa sulla privacy.

Proprio tale informativa è finita sotto la lente di ingrandimento del Garante della Privacy, il quale ha avviato una istruttoria in merito alla possibilità da parte della controllata WhatsApp di mettere a disposizione della controllante Facebook alcune informazioni riguardanti gli account dei singoli utenti di WhatsApp, anche per finalità di marketing.

L’app di messaggistica istantanea si difende sostenendo di rispettare le regole dettate dal Codice della Privacy (D.Lgs. 196/2003) e dalla UE e promette di collaborare con le autorità italiane.

Intanto, in Germania l’Autorità nazionale della protezione dei dati ha bloccato i recenti cambiamenti della policy sulla privacy di WhatsApp ed ha ordinato la cancellazione di oltre 35 milioni di dati condivisi tra le due società. “Dipende dagli utenti decidere se vogliono connettere il loro account a Facebook – ha detto il garante Johannes Caspar – Facebook deve chiedere preventivamente la loro autorizzazione“.

Le richieste del garante italiano

Il Garante – scrive l’autorità nel comunicato pubblicato online il 27 settembre scorso – ha invitato WhatsApp e Facebook a fornire tutti gli elementi utili alla valutazione del caso. In particolare ha chiesto di conoscere nel dettaglio: la tipologia di dati che WhatsApp intende mettere a disposizione di Facebook; le modalità per la acquisizione del consenso da parte degli utenti alla comunicazione dei dati; le misure per garantire l’esercizio dei diritti riconosciuti dalla normativa italiana sulla privacy, considerato che dall’avviso inviato sui singoli device la revoca del consenso e il diritto di opposizione sembrano poter essere esercitati in un arco di tempo limitato“.

Finalità di marketing

Il Garante ha chiesto inoltre di chiarire se i dati riferiti agli utenti di WhatsApp, ma non di Facebook, siano anch’essi comunicati alla società di Menlo Park, e di fornire elementi riguardo al rispetto del principio di finalità, considerato che nell’informativa originariamente resa agli utenti WhatsApp non faceva alcun riferimento alla finalità di marketing.

Il commento a caldo del presidente dell’autorità garante

La nuova privacy policy adottata da Facebook e Whatsapp pone serie preoccupazioni dal punto di vista della protezione dei dati personali“. A dirlo all’Ansa, Antonello Soro, Presidente dell’Autorità italiana. “Il flusso massiccio di dati non riguarda solo gli utenti di Facebook o Whatsapp, ma si estende anche a chi non è iscritto a nessuno dei due servizi, i cui dati vengono comunicati per il semplice fatto di trovarsi in una rubrica telefonica di un utente di Whatsapp“.

Occorre ricordare – continua Soro all’Ansa – che lo scambio di indirizzari non può avvenire senza il consenso degli interessati. Ad un primo esame, nelle nuove regole adottate da Whatsapp, sembrerebbe non essere previsto un consenso differenziato per le diverse opzioni e che gli utenti siano di fatto costretti ad accettare in blocco le condizioni che prevedono lo scambio dei dati. Le criticità già rilevate in passato vengono in questo modo moltiplicate. Vedremo adesso se Facebook e Whatsapp decideranno, responsabilmente e autonomamente, di sospendere questa iniziativa a garanzia degli utenti“, conclude Soro.

Non resta a questo punto che attendere l’esito dell’istruttoria avviata dal Garante della privacy per vedere se le conseguenze al cambio della policy della privacy di WhatsApp porteranno l’autorità indipendente italiana a comminare sanzioni più o meno pesanti di quelle comminate dall’autorità garante tedesca contro il gruppo Facebook.

Vincenzo Di Ciò

Ultimi articoli

Agi Sicilia – Il capitalismo geograficamente mobile
Divorzio congiunto: e se un coniuge revoca il consenso?
Testimoni di Geova e privacy all’attenzione della Corte di giustizia UE
ADR, arriva Conciliaweb. Nuovo strumento per le risoluzione delle controversi tra utenti e compagnie telefoniche

Formazione Professionale per Avvocati
P.Iva: 07003550824

Privacy Policy | Cookie Policy

Partner